Spoleto, 17.11.2018: I tempi stanno cambiando

Sabato 17 novembre 2018
I tempi stanno cambiando

Ore 17.00: discussione
Le necessità energetiche dell’attuale sistema economico e il continuo sviluppo tecnologico richiedono e dettano le odierne condizioni di sfruttamento, accentuando il divario tra sfruttati e sfruttatori e generando l’attuale catastrofe ecologica. A quest’ultima il potere intende porvi rimedio attraverso la continua accelerazione dell’innovazione tecnologica, mentre ogni anno – a causa di guerre e catastrofi “naturali” – migliaia di persone sono costrette a lasciare i luoghi in cui sono nate per cercare altrove un posto in cui vivere. Esistono dei precisi legami tra le migrazioni, lo sviluppo tecnologico, l’apparato energetico, la distruzione della terra. Intendiamo riflettere su tali questioni prendendo in considerazione la complessità e le varie facce di queste ultime.

Ore 20.00: cena

Ore 22.00: concerto dei 22.08 (electro-garagekore da Lucca)
A seguire dj set NyMala a\e D.D (digital dub)

Circolaccio Anarchico, viale della Repubblica 1/a, Spoleto (Umbria)
e-mail: circolaccioanarchico[at]inventati[dot]org

Spoleto, 12.11.2018: Tra «tentazioni» capitaliste e assedio del «grande satana». Dibattito al Circolaccio Anarchico

Lunedì 12 novembre 2018
Tra «tentazioni» capitaliste e assedio del «grande satana»

Una notte di rivolta per il pane e la libertà. Un giovane rampollo della nuova, ricchissima borghesia iraniana. I nemici di sempre: Sauditi, USA, Israele. Gli interessi imperialisti regionali del regime degli ayatollah. L’ambiguità dell’Europa. Il capitalismo italiano in prima fila per la fine delle sanzioni. La nuova politica di guerra di Trump. Il mercato della droga. Il terrorismo sunnita contro la Repubblica Islamica e i suoi mandanti.
Cosa succede davvero in Iran? E’ possibile un movimento rivoluzionario in Medio Oriente autonomo da tutti i governi e da tutti gli interessi in gioco? Come rilanciare l’azione internazionalista fuori da ogni fronte, da ogni campo che non sia quello della guerra degli sfruttati agli sfruttatori?

Ne parliamo con un compagno iraniano.

Ore 17.30: dibattito.
Ore 21.00: cena.

Circolaccio Anarchico, viale della Repubblica 1/a, Spoleto (Umbria)
e-mail: circolaccioanarchico[at]inventati[dot]org

Presentazione del libro “Poesie dialettali di lotta e di protesta – scritte dal 1985 al 1989” (Calabria, 11.08.2018)

Presentazione del libro “Poesie dialettali di lotta e di protesta – scritte dal 1985 al 1989” (Calabria, 11.08.2018)

Presentazione del libro Poesie dialettali di lotta e di protesta – scritte dal 1985 al 1989, di Domenico Salemme.

Sabato 11 agosto 2018.

Per informazioni e dettagli scrivere alla e-mail: lunanera@mortemale.org

Domenico Salemme non è un poeta professionista – è un proletario e un anarchico calabrese che canta in questi versi concetti semplici, in primo luogo destinati ai suoi paesani di Grisolia (Cosenza): dallo sberleffo verso l’imbroglio elettorale e i suoi protagonisti alla denuncia delle condizioni di miseria in cui lo Stato e il capitale costringono i più poveri, dal dramma dell’emigrazione all’esperienza in carcere. Testi che spesso venivano letti durante i comizi degli anarchici, ciclostilati e distribuiti. Domenico ha deciso di pubblicare queste poesie perché quotidianamente gli vengono richieste. Pur se scritte negli anni ’80 si tratta di poesie del tutto attuali in quanto parlano di problemi che viviamo ancora oggi.

«Quantu dispiaceri e divisiuni creja l’immigraziuni
ma da sembri l’anu vulutu lu Statu e li patruni».

Presentazione de “I Giustizieri” al Garage Anarchico (Pisa, 15.06.2018)

Presentazione de I Giustizieri. Propaganda col fatto e attentati anarchici di fine ottocento (Edizioni Monte Bove), con l’autore Gino Vatteroni.

Da Giovanni Passannante a Gaetano Bresci, vent’anni di vendetta, individuale e di classe. Non solo una raccolta cronologica ed enciclopedica degli attentati anarchici alla vita dei tiranni che hanno terrorizzato i governi di fine Ottocento, ma anche un necessario approfondimento sul contesto economico, sociale e politico dell’ Italia post unitaria, con uno sguardo anche sul novantaquattro francese. Una guerra a mano armata dichiarata da una minoranza di sfruttati allo Stato liberale. Quello stesso Stato che non si faceva scrupoli a torturare, incarcerare, confinare, cannoneggiare e soprattutto difendere una società nella quale milioni di contadini vivevano in una condizione spesso al di sotto della sussistenza e nelle metropoli gli operai venivano letteralmente consumati dalla nascente macchina capitalista.

Ben prima del fascismo, la tanto osannata Unità d’Italia viene fondata sul sangue della gran parte delle popolazioni. Lo sfruttamento, fino alla morte, la repressione crudele, non sono esclusivo appannaggio di uno Stato totalitario o di una fase eccezionale della vita politica, bensì sono elementi fondativi di questo dannato Paese e di ogni forma di governo. Vorremmo che questo libro non rimanesse negli scaffali a prendere polvere, un feticcio da collezionare nel pantheon dello storico di professione o di diletto.

Vorremmo che questo libro non rimanesse lettera morta.

Che le gesta di questi indomiti compagni illuminino ancora, col loro esempio, la strada di chi non si rassegna allo stato di cose presenti.

Venerdì 15 giugno alle ore 18:00 presso il Garage Anarchico di Pisa (Chiassetto S. Ubaldesca 44). A seguire cena vegana.

Continue reading

Presentazione delle Edizioni Monte Bove e aggiornamento sulla lotta contro il gasdotto Snam presso lo Spazio anarchico Lunanera (Cosenza, 12.05.2018)

Presentazione delle Edizioni Monte Bove e aggiornamento sulla lotta contro il gasdotto Snam presso lo Spazio anarchico Lunanera (Cosenza, 12.05.2018)

Le Edizioni Monte Bove sono un progetto editoriale collettivo portato avanti da alcune individualità libertarie provenienti da vari luoghi di lingua italiana. Al contempo, come indica il nome, hanno anche una identità locale forte: il Monte Bove è la montagna dei Sibillini, nelle Marche, dove nasce il fiume Nera. Coglieremo l’occasione della presentazione dei libri anche per chiedere ai compagni come procede la lotta contro il gasdotto Snam che, attraversando l’Appennino, passerà proprio dalla Valnerina. I compagni delle edizioni, infatti, sono presenti in questa lotta in maniera critica.

Ore 20:30 – Cena vegan
Ore 21:30 – Presentazione e discussione

Spazio anarchico Lunanera
viale della repubblica 293 – Cosenza

Continue reading