Viterbo, 25.05.19: Presentazione del libro “Il cuore divelto”

Sabato 25 maggio 2019 – Viterbo.
Presentazione del libro “Il cuore divelto” di Monica rage à part (2019, Ed. Monte Bove).

Ne parliamo con l’autrice e con Michele delle Edizioni Monte Bove.

Dalle ore 16.00 presso Officina Dinamo (via del Suffragio 18, Viterbo).
Comitato di Lotta – Viterbo (e-mail: comitatodilottavt[at]gmail.com).

Spoleto, 24.05.19: Giornata anti-elettorale

https://roundrobin.info/wp-content/uploads/2019/05/giornata-anti-elettorale-e1557730035905.jpgSegnaliamo questa iniziativa prevista nel mese di maggio:

Spoleto, venerdì 24 maggio 2019
Giornata anti-elettorale

Ore 9.30 al Mercato di via Cacciatori delle Alpi.
Banchetto, comizi volanti e materiali su astensionismo, repressione, gasdotto Snam, contro tutti i padroni (a Spoleto, in Umbria, in Italia e in Europa) e gli sgherri che li proteggono.

Ore 17.30 al Circolaccio Anarchico (viale della Repubblica 1/A, Spoleto).
Discussione: L’imbroglio elettorale. Fra euro-liberismo e nuovo nazionalismo.

A seguire…
Cena e Gran concorso Edizioni Monte Bove e Distro Malacoda… Brucia la tessera elettorale e ti regaliamo un libro… vincono tutte!

Circolaccio Anarchico, viale della Repubblica 1/A, quartiere San Nicolò, Spoleto.
E-mail: circolaccioanarchico[at]inventati.org

Bergamo, 7.06.19: Presentazione del libro “I giustizieri” presso lo spazio di documentazione “La Piralide”

https://lapiralide.noblogs.org/files/2019/05/web-1.jpg

Bergamo, 7.06.2019: Presentazione del libro “I giustizieri” presso lo spazio di documentazione “La Piralide”.

Ore 19.30: Cena a buffet.
Ore 20.30: Presentazione del libro.

Spazio di documentazione “La Piralide”, via del Galgario 11/13, Bergamo.
E-mail: avvelenate[at]anche.no | Sito internet: lapiralide.noblogs.org

* * *

Da Giovanni Passannante a Gaetano Bresci, vent’anni di vendetta, individuale e di classe. Non solo una raccolta cronologica ed enciclopedica degli attentati anarchici alla vita dei tiranni che hanno terrorizzato i governi di fine Ottocento, ma anche un necessario approfondimento sul contesto economico, sociale e politico dell’Italia post unitaria, con uno sguardo anche sul novantaquattro francese. Una guerra a mano armata dichiarata da una minoranza di sfruttati allo Stato liberale. Quello stesso Stato che non si faceva scrupoli a torturare, incarcerare, confinare, cannoneggiare e soprattutto difendere una società nella quale milioni di contadini vivevano in una condizione spesso al di sotto della sussistenza e nelle metropoli gli operai venivano letteralmente consumati dalla nascente macchina capitalista. Ben prima del fascismo, la tanto osannata Unità d’Italia viene fondata sul sangue della gran parte delle popolazioni. Lo sfruttamento, fino alla morte, la repressione crudele, non sono esclusivo appannaggio di uno Stato totalitario o di una fase eccezionale della vita politica, bensì sono elementi fondativi di questo dannato Paese e di ogni forma di governo. Vorremmo che questo libro non rimanesse negli scaffali a prendere polvere, un feticcio da collezionare nel pantheon dello storico di professione o di diletto. Vorremmo che questo libro non rimanesse lettera morta. Che le gesta di questi indomiti compagni illuminino ancora, col loro esempio, la strada di chi non si rassegna allo stato di cose presenti.

[Edizioni Monte Bove, 2018. 248 pagine. Una copia: 10 euro. Per la distribuzione: 6 euro a copia].

E’ stato pubblicato “Il cuore divelto” di Monica Rage à part

E’ stato pubblicato “Il cuore divelto” di Monica Rage à part

Dalla quarta di copertina:

è una promessa di felicità armata
il cielo terso nei sogni dei teppisti

“La nostra lotta radicale per la costruzione di un mondo diverso include la creazione di una nuova e differente cultura…”
Chi si aspettasse di trovare in queste poche pagine qualcosa che aderisca ai canoni della poesia contemporanea rimarrà deluso. Si dirà: – ma la poesia contemporanea non ha canoni! Provano a coprirsi i critici letterari con la medesima e ormai stracciata foglia di fico della retorica ideologica circa la fine delle ideologie.
Monica ci propone una poesia militante, rivoluzionaria, armata. Una poesia molto lontana dall’introspezione esistenziale. Più esattamente una poesia nella quale il significato esistenziale più profondo della vita assume di senso solo se è vissuta ferocemente insieme ai nostri compagni. Perché «malgrado i nostri tempi / noi
oseremo essere felici».

Edizioni Monte Bove, collana Nero Caffè, 2019.
Costo: 1 euro a copia.
Per richieste di copie: edizionimontebove[at]riseup[dot]net

Spoleto, 12.04.19: Presentazione del libro “L’asfalto sulla pelle” di Gennaro Shamano

Ricordiamo ai nostri lettori dall’Umbria che venerdì 12 aprile ci sarà a Spoleto (presso il Circolaccio Anarchico in viale della Repubblica 1/a) la primissima presentazione del libro “L’asfalto sulla pelle” di Gennaro Shamano (Edizioni Monte Bove, 2019). Seguirà il concerto con Path, per concludere con dj Miss MUGWUMP.

Qui il link per ascoltare l’intervista di Gennaro Shamano a “Radio Bellone!!!” di martedì 9 aprile: https://www.spreaker.com/user/radiobell1/radio-bellone-10-4-2019

Qui, invece, il link per ascoltare l’ultimo album di Path, anche lui presente venerdì 12 aprile al Circolaccio Anarchico di Spoleto: https://www.youtube.com/watch?v=7Tug3kWQAN0&t=1888s

E-mail: edizionimontebove[at]riseup[dot]net
https://edizionimontebove.noblogs.org

E’ stato pubblicato il libro “L’asfalto sulla pelle” di Gennaro Shamano

E’ disponibile il libro “L’asfalto sulla pelle” di Gennaro Shamano.

L’asfalto sulla pelle
Gennaro Shamano
Edizioni Monte Bove
Collana bianca
352 pag., filorefe
Costo a copia: 10 euro (distributori: 7 euro)

Per richieste di copie: edizionimontebove@riseup.net

E’ possibile chiedere copie, in particolare dalla Campania, direttamente all’autore, così pure per inviti e presentazioni: rossoshamano@hotmail.com

Scrivete pure per qualsiasi tipo di critica, positiva o anche negativa, un vostro pensiero, considerazione o quant’altro!

Dalla quarta di copertina:

Quello che avete tra le mani non è un libro sulla scena Punk partenopea né sulle okkupazioni degli anni 90, piuttosto si tratta di una storia di vita vissuta per strada, dunque dalla prospettiva della strada, 20 anni di asfalto sulla pelle (1991 – 2011). Le tematiche affrontate in questo contesto sono simili a quelle di tanti giovani, come i rapporti conflittuali con la famiglia, la dipendenza dalla droga, l’alienazione del lavoro, internet come sistema di controllo e così via! L’esplosione delle okkupazioni, la scena Punk e dei RAVE degli anni 90 viene narrata attraverso gli occhi di alcuni adolescenti, che hanno cercato di prendere parte alla storia del loro tempo in maniera costruttiva e/o distruttiva.
Non è un libro di storia, ma un libro nella storia. Un libro di lotta e di musica, di sballo e di rivolta, di sfruttamento e decadenza! In questo senso L’asfalto sulla pelle non è nemmeno un libro di analisi sociologica. Un libro che parla di sociologia ma non un manuale per
psicologi. Lo scrittore infatti, non ha la pretesa di studiarci, e/o catalogarci, bensì cerca di scrutare tra le crepe dell’asfalto le nostre imperfezioni in quanto esseri umani, citando in prima persona il suo stato di dissolutezza, nonché di decadenza. La fine della loro storia, rappresenta in un certo qual modo la caduta di un’epoca, che nel bene e nel male, è diventata passato remoto.

Un libro partigiano!
Un romanzo Punk!
Una storia nostra!

[Gennaro Shamano: classe ’77 o ’78, non se lo ricorda con precisione! Nato e vissuto per strada! Segni particolari: decrepito, asfalto sulla pelle! Nel tempo ha pubblicato varie fanzine, nessuna degna di nota, roba talmente ripugnante che la copisteria di turno si è rifiutata di stampare! Pertanto, non ci sono prove tangibili dei suoi manoscritti! Ha passato la sua vita a fare il nullafacente, talvolta anche rubando, attualmente vive sotto un ponte in attesa di altra okkupazione!]

E’ stato pubblicato “Il regno dell’importato” di Alfredo Tessieri

E’ disponibile “Il regno dell’importato” di Alfredo Tessieri.

Si tratta della seconda pubblicazione della collana Nero Caffè, un progetto di micro editoria che le Edizioni Monte Bove hanno pensato per brevi testi di varia natura (letteraria, poetica, saggistica o narrativa) al prezzo di quello che dovrebbe costare ogni caffè: un euro! Uno strumento per fregare il monopolio culturale dei grandi editori
capitalisti, per dare spazio a giovani autori, così come per divulgare pubblicazioni militanti a prezzi proletari.

Per consultare il catalogo: https://edizionimontebove.noblogs.org/catalogo/.

Il breve saggio di Tessieri tratta del continente africano, definito appunto come regno dell’importato. L’argomento principale del libro è l’importazione di varie forme di autorità nel continente africano, di cui Dio e lo Stato sono i due pilastri portanti, e di come i sistemi autoritari abbiano inciso sulla struttura della vita sociale africana, modificandola nella sua intima essenza. D’altro canto è anche vero che vi è stata una parte di causazione reciproca da parte africana e che quindi gli Stati-nazione africani di oggi sono il risultato dell’azione coercitiva di lungo e lunghissimo periodo di entità autoritarie, ma anche gli afflati libertari non sono mancati da parte delle popolazioni locali. Una breve prefazione di Andrea Cellai completa l’opera.

Per richieste di copie: edizionimontebove[at]riseup.net

E’ stato pubblicato “Non riesco a smettere di cagare” di Bruno Marsicano

E’ uscito “Non riesco a smettere di cagare” di Bruno Marsicano (Edizioni Monte Bove, 2019).

“Non riesco a smettere di cagare” è il primo testo di pseudo narrativa di un giovanissimo (non è ancora uscito dalla fase anale) promettente scrittore abruzzese, Bruno Marsicano. Una critica all’introspezione in generale, all’autoreferenzialità di una parte del movimento in particolare, di coloro che passano la vita a parlare di questioni interne invece che del mondo esterno da attaccare nello specifico. Forse. O forse è solo una cagata.

Costo: 1 € a copia.
Per richieste di copie e contatti fare riferimento alla e-mail: edizionimontebove[at]riseup.net

Con la pubblicazione di questo testo cogliamo l’occasione per presentare Nero Caffè, la nuova collana di cui esso è il primo titolo:

La collana Nero Caffè è un progetto di micro editoria delle Edizioni Monte Bove. Brevi testi letterari, di saggistica o narrativa al prezzo di quello che dovrebbe costare ogni caffè: un euro!

[Per maggiori informazioni e per vedere gli altri titoli e collane: consultare il catalogo delle edizioni].

8 e 9 marzo 2019: Primo compleanno delle Edizioni Monte Bove

8 e 9 marzo 2019
Primo compleanno delle Edizioni Monte Bove
Due giorni di dibattito, discussione e festa

Venerdì 8 marzo
Ore 16.00: dibattito sul congresso anarchico internazionale di Londra del 1881 e sull’attualità della propaganda col fatto. Ne discutiamo attraverso una lettura critica dei seguenti testi:
I Giustizieri. Propaganda del fatto e attentati anarchici di fine ottocento di Gino Vatteroni (Edizioni Monte Bove, 2018), capitolo IV (“Gli internazionalisti”).
Nazionalismoduepuntozero. Dodici ipotesi su robotica, crisi della globalizzazione e «ritorno» dello Stato-nazione (“Vetriolo”, n. 3, inverno 2019), ipotesi XI e XII.
Ore 21.00: cena e momenti ludici.

Sabato 9 marzo
Ore 16.00: dibattito sull’organizzazione anarchica a partire da una lettura critica della Piattaforma di Machno e Aršinov del 1926 (Edizioni Monte Bove, 2018).
Ore 21.00: cena e serata festante.

Tutti i giorni: discussioni su editoria anarchica e libertaria, attacco alla stampa anarchica e recenti operazioni repressive. Durante tutta l’iniziativa sarà presente una distribuzione di libri e pubblicazioni anarchiche.

Circolaccio Anarchico
viale della repubblica 1/a – Spoleto (Umbria).

e-mail: circolaccioanarchico[at]inventati.org
e-mail: edizionimontebove[at]riseup.net
sito internet: edizionimontebove.noblogs.org

[Qui il file pdf del manifesto dell’iniziativa].

The book “Guerra alla natura. Riflessioni sugli ultimi sviluppi delle manipolazioni genetiche in campo agricolo e zootecnico” is out

Guerra alla natura. Riflessioni sugli ultimi sviluppi delle manipolazioni genetiche in campo agricolo e zootecnico [War on nature. Reflections on the recent developments of genetic manipulations in the fields of agriculture and animal husbandry] is out.

Edizioni Monte Bove – December 2018
172 pages
5 euros
5 and more copies, 4 euros
Contact for orders: edizionimontebove[at]riseup.net
Contact for presentations: guerra-alla-natura[at]riseup.net

With this book we would like to draw attention to the issue of the biotechnologies, in particular the developments that they have gone through in recent years in almost total silence. The days of GM opposition seem far away, but this has in no way disappeared and continues to be produced and tested in research laboratories with increasingly sophisticated techniques that are premonitory of ever more disturbing scenarios.
Today genetic engineering intertwines closely with other ‘life sciences’, such as nanotechnology, neuroscience, synthetic biology, as well as the development of IT, robotics and artificial intelligence thus strengthening the advancement of technology, which is upturning the world as we know it. Technological advance that not only characterizes all aspects of the system of domination (war, repression, the economy), but is also invading more and more aspects of our lives and relationships.
On the one hand this advancement has its own physical character because it is created in laboratories, research centres and other structures of the system, is fed by electricity networks, optic fibres, cables, control units, pylons, servers etc.; on the other it is supported by a scientist ideology that determines blind trust in progress and a reductive mechanized vision of the world that is solely functional to the logic of exploitation and control. At the present time the biotechnologies are an outstanding example of this and are considered one of the leading strategic sectors of the restructuring of the capitalist system.
This book deals with analysing the most recent developments of research in this sector, especially in Italy, puts them into an historical context so as to demonstrate their contiguity with previous industrial agriculture politics and techniques, reflects on their implications and finally identifies some of those responsible in the hope that new forms of struggle against them will flare up.

[Translated by actforfreedomnow!]