The book “Guerra alla natura. Riflessioni sugli ultimi sviluppi delle manipolazioni genetiche in campo agricolo e zootecnico” is out

Guerra alla natura. Riflessioni sugli ultimi sviluppi delle manipolazioni genetiche in campo agricolo e zootecnico [War on nature. Reflections on the recent developments of genetic manipulations in the fields of agriculture and animal husbandry] is out.

Edizioni Monte Bove – December 2018
172 pages
5 euros
5 and more copies, 4 euros
Contact for orders: edizionimontebove[at]riseup.net
Contact for presentations: guerra-alla-natura[at]riseup.net

With this book we would like to draw attention to the issue of the biotechnologies, in particular the developments that they have gone through in recent years in almost total silence. The days of GM opposition seem far away, but this has in no way disappeared and continues to be produced and tested in research laboratories with increasingly sophisticated techniques that are premonitory of ever more disturbing scenarios.
Today genetic engineering intertwines closely with other ‘life sciences’, such as nanotechnology, neuroscience, synthetic biology, as well as the development of IT, robotics and artificial intelligence thus strengthening the advancement of technology, which is upturning the world as we know it. Technological advance that not only characterizes all aspects of the system of domination (war, repression, the economy), but is also invading more and more aspects of our lives and relationships.
On the one hand this advancement has its own physical character because it is created in laboratories, research centres and other structures of the system, is fed by electricity networks, optic fibres, cables, control units, pylons, servers etc.; on the other it is supported by a scientist ideology that determines blind trust in progress and a reductive mechanized vision of the world that is solely functional to the logic of exploitation and control. At the present time the biotechnologies are an outstanding example of this and are considered one of the leading strategic sectors of the restructuring of the capitalist system.
This book deals with analysing the most recent developments of research in this sector, especially in Italy, puts them into an historical context so as to demonstrate their contiguity with previous industrial agriculture politics and techniques, reflects on their implications and finally identifies some of those responsible in the hope that new forms of struggle against them will flare up.

[Translated by actforfreedomnow!]

E’ disponibile il libro “Guerra alla natura. Riflessioni sugli ultimi sviluppi delle manipolazioni genetiche in campo agricolo e zootecnico”

E’ disponibile il libro “Guerra alla natura. Riflessioni sugli ultimi sviluppi delle manipolazioni genetiche in campo agricolo e zootecnico” .

Edizioni Monte Bove – dicembre 2018
172 pagine.
Prezzo di copertina: 5 euro – Da 5 copie 4 euro
Contatto e-mail per richiedere copie: edizionimontebove[at]riseup.net
Contatto e-mail per presentazioni: guerra-alla-natura[at]riseup.net

Con questo libro ci piacerebbe riportare l’attenzione sul tema delle biotecnologie, e in particolare sugli sviluppi che queste hanno attraversato negli ultimi anni, nel silenzio quasi generalizzato.
Sembrano lontani i tempi delle contestazioni agli OGM, eppure questi non sono affatto scomparsi dalla scena e continuano ad essere prodotti e sperimentati nei laboratori di ricerca, con tecniche sempre più sofisticate e foriere di nuovi scenari inquietanti.
Oggi l’ingegneria genetica si intreccia strettamente con le altre “scienze della vita” come nanotecnologie, neuroscienze, biologia sintetica, e con gli sviluppi dell’informatica, della robotica e dell’intelligenza artificiale, potenziando l’avanzata tecnologica che sta stravolgendo il mondo come lo conoscevamo. Avanzata tecnologica che caratterizza non solo ogni aspetto del sistema di dominio (bellico, repressivo, economico) ma che invade anche sempre più aspetti delle nostre vite e delle nostre relazioni.
Da un lato quest’avanzamento ha una sua fisicità in quanto creato nei laboratori, nei centri di ricerca e in altre strutture del sistema, alimentate da reti elettriche, fibre, cavi, centraline, tralicci, server ecc.; dall’altro è sostenuto da un’ideologia scientista, che determina una fede cieca nel progresso e una visione del mondo riduttiva e meccanicista funzionale unicamente alle logiche di sfruttamento e controllo. Le biotecnologie oggi ne sono un esempio eclatante e sono considerati uno dei settori strategici di punta della ristrutturazione del sistema capitalista.
Questo libro si propone di approfondire quali sono i più recenti sviluppi della ricerca in questo settore, specialmente in Italia, contestualizzarli in un quadro storico per mostrare la loro contiguità con le precedenti politiche e tecniche dell’agricoltura industriale, riflettere sulle implicazioni che essi comportano, e infine nominare alcuni dei responsabili, con l’auspicio che divampino nuove forme di lotta nei loro confronti.